-Core
You Hear Georgia
Blackberry Smoke
3 Legged Records
Pubblicato il 26/05/2021 da Francesco Brunale
Songs
1. Live It Down
2. You Hear Georgia
3. Hey Delilah
4. Ain’t The Same
5. Lonesome For A Livin’
6. All Rise Again
7. Old Enough To Know
8. Morningside
9. All Over The Road
10. Old Scarecrow
Songs
1. Live It Down
2. You Hear Georgia
3. Hey Delilah
4. Ain’t The Same
5. Lonesome For A Livin’
6. All Rise Again
7. Old Enough To Know
8. Morningside
9. All Over The Road
10. Old Scarecrow

Tra i tanti gruppi rock che si sono incanalati verso un sound tradizionale e southern, ci sono sicuramente i veterani Blackberry Smoke, arrivati al settimo disco sulla lunga durata della propria carriera a cui dobbiamo aggiungere una manciata di ep e di live registrati nel corso degli anni. “You Hear Georgia”, già dal titolo, fa capire che cosa attende l’ascoltatore. Dieci canzoni rock vecchio stile in cui si sente davvero tanto sudore e immensa passione in quello che è suonato dalla band a stelle e strisce. L’accoppiata formata dalla travolgente “Live It Down” (un vero e proprio incrocio tra i primi Black Crowes e i Led Zeppelin di “Traveling Riverside Blues”) e dalla title track (qui escono fuori gli amori mai repressi per i Lynyrd Skynyrd) è un biglietto di tutto rispetto che fa capire immediatamente che aria tira nell’album. Deve essere chiaro che non si inventa nulla qui dentro, ma tutto si ricicla alla grande, mantenendo un rispetto totale verso gli interpreti che furono. Quando ci si immerge nelle atmosfere più calde e maggiormente blues sembra davvero di trovarsi nei club fumosi texani, dispersi tra birre e ragazze (“Hey Delilah”). Non sono assenti gli episodi da classifica come “Ain’t The Same”, classico brano da open road americana che potrebbe aiutare a far conoscere la band in tutto il pianeta. Non mancano, inoltre, neanche le ospitate. Quella maggiormente incisiva riguarda il leader dei Gov’t Mule, al secolo Warren Haynes, che è presente sulla perla di questo disco (“All Rise Again”), un pezzo in cui i chitarroni e le melodie vanno a braccetto e mai come in questo caso sembra di risentire i migliori Black Crowes di “Amorica” (chissà cosa penseranno i rissosi fratelli Robinson di tutto questo). La seconda parte del lavoro scorre via in modo prepotente dopo la parentesi acustica di “Old To Enough To Know” in cui i riferimenti a Crosby, Still, Nash & Young non possono non essere occultati. “Morningside”, con un riff tradizionale, ha un tono molto malinconico in fase di ritornello, a differenza “All Over The Road” che fa scorrere il ritmo nelle vene. Qui fanno capolinea i Stones, periodo Mick Taylor, e la band ci dà dentro che è un piacere per le orecchie. A chiudere il cerchio ci pensa, infine, “Old Scarecrow” che ci riporta a riflettere e a capire quanto alla base di tutta questa giostra che domina il mondo dagli anni cinquanta ci sia il blues. Da lì è iniziato tutto e ivi si ritorna quando la creatività incomincia ad avere momenti di preoccupante stasi.

 

Blackberry Smoke
From USA

Discography
Bad Luck Ain't No Crime (2003)
Little Piece of Dixie (2009)
The Whippoorwill (2012)
Holding All the Roses (2015)
Like An Arrow (2016)
Find a Light (2018)
You Hear Georgia (2021)