-Core
Opera Nera
Revelation
Pubblicato il 21/01/2022 da Francesco Brunale
Songs
01. Kyrie
02. Gloria
03. Credo
04. Sanctus
05. Benedictus
06. Agnus Dei (qui tollis)
07. Agnus Dei (miserere)
08. Agnus Dei (dona nos)
09. Ite feat. Loretta Moretto

A distanza di quasi due anni, gli Opera Nera ritornano sulla scena con il loro nuovo lavoro, “Revelation”, dai connotati oscuri ed ostici. La prima notizia importante è l’ingresso, dopo la sua fruttuosa partecipazione nel precedente “Land Of Salvation”, nella famiglia napoletana del cantante Tiziano Spigno, già conosciuto dai fan e dagli addetti ai lavori per il suo ruolo all’interno degli Extrema. In questo caso le sonorità della sua nuova e seconda band sono molto diverse da quelle adottate dalla storica formazione milanese, come lo si capisce dall’iniziale “Kyrie” che parte con un riff rallentato alla Black Sabbath per poi dipanarsi in soluzioni sonore variegate e piene di spunti, che vanno dal thrash metal sino a toccare squarci bucolici che si riescono a catturare all’interno dei suoi cinque minuti di durata. La successiva “Gloria” è una sorta di suite dove si alternano momenti furenti ad arpeggi intelligenti in fase di ritornello, con Spigno che eccelle nello spaziare senza problemi da un genere ad un altro, dimostrando di essere un interprete di valore assoluto. Si capisce in modo molto chiaro, mentre il disco viaggia sempre su livelli più che soddisfacenti, come le influenze della band siano variegate: è come se all’interno di un medesimo quadro sonoro si trovassero frammenti di Dream Theater, Black Sabbath, Iron Maiden e Jethro Tull. Non si può avere un approccio facile o svogliato con questo materiale, come dimostrano le tre parti di “Agnus Dei”, ma sta proprio qui il bello, perché sono gli ascolti ripetuti e costanti che ti permettono di carpire sfumature interessanti e di farti apprezzare un gruppo capace di saltare da un polo a un altro, senza sminuire o appiattire la propria proposta. In tutto questo minestrone di qualità, vi sono anche ospitate importanti come quella di Loretta Moretto che mette la sua ugola nella bucolica e zeppeliniana “Ite” che è anche essa un’altra immagine che viene proiettata con assoluto gusto da questi musicisti che hanno davvero tanto da dire. Prima di questa chiusura non possono non essere citate per bellezza la veloce e furiosa “Credo”, la trainante “Benedictus” e l’ipnotica “Credus” che sono tra le perle di questo platter. Alla fine dei conti vedere la bisettrice Napoli – Milano così unità è davvero un piacere per le orecchie. Disco consigliato a chi piace la musica di qualità.

Songs
01. Kyrie
02. Gloria
03. Credo
04. Sanctus
05. Benedictus
06. Agnus Dei (qui tollis)
07. Agnus Dei (miserere)
08. Agnus Dei (dona nos)
09. Ite feat. Loretta Moretto
Opera Nera
From Italia

Discography
Land Of Salvation - 2020
Revelation - 2022