-Core
Audrey Horne
Devil's Bell
Napalm Records
Pubblicato il 19/04/2022 da Lorenzo Becciani
Songs
01. Ashes To Ashes
02. Animal
03. Break Out
04. Return To Grave Valley
05. Danse Macabre
06. Devil’s Bell
07. All Is Lost
08. Toxic Twins
09. From Darkness

La sostanza non cambia e i norvegesi restano una delle migliori heavy rock band del vecchio continente. Nonostante siano partiti come una sorta di progetto parallelo di membri degli Enslaved, gli autori di ‘No Hay Banda’ e ‘Pure Heavy’ hanno acquisito sempre maggiore consapevolezza nei propri mezzi ed i loro tour sono stati un grande successo. Se aggiungete poi il fatto che i numerosi lockdown e la sospensione dell’attività live hanno permesso ai membri di focalizzarsi ancora di più sul materiale, capirete perché non è scorretto definire ‘Devil’s Bell’ come uno degli apici in carriera. Fin dai primi minuti si percepisce un approccio compositivo decisamente più vario rispetto a quello del precedente ‘Blackout’. Preparatevi ad una serie di refrain di facile consumo e ad un songwriting caratterizzato da atmosfere piuttosto tetre ed inattesi riferimenti a dischi come ‘Meloria’ dei Ghost e ‘No Rest For The Wicked’ e ‘No More Tears’ di Ozzy Osbourne, oltre che dal solito suono corrosivo di chitarre e batteria. Il frontman Toschie ha preso coraggio e in alcuni passaggi tenta di percorrere strade meno prevedibili rispetto al passato, contribuendo a rendere l’ascolto intrigante. Il tiro di ‘Break Out’ e ‘Toxic Twins’ è incredibile e con due asce del calibro di Ice Dale (Enslaved) e Thomas Tofthagen (Sahg) tutto è possibile. Ash To Ash… Dust To Dust… Ah no, quella è un’altra storia..

 

 

Songs
01. Ashes To Ashes
02. Animal
03. Break Out
04. Return To Grave Valley
05. Danse Macabre
06. Devil’s Bell
07. All Is Lost
08. Toxic Twins
09. From Darkness
Audrey Horne
From Norvegia

Discography
2005 No hay banda
2007 Le Fol
2010 Audrey Horne
2013 Youngblood
2014 Pure Heavy
2018 Blackout
2022 Devil's Bell