-Core
Hater
Sincere
Rise Records
Pubblicato il 08/05/2022 da Lorenzo Becciani
Songs
01 Something
02 I'm Yours Baby
03 Bad Luck
04 Proven Wrong
05 Brave Blood
06 Far From A Mind
07 Summer Turns To Heartburn
08 Renew, Reject
09 Hopes High

Un gioiello di melodie shoegaze pop e frammenti di indie rock di classe cristallina quello che gli svedesi immettono sul mercato con la scusa del terzo album. Nonostante l’omonimia col supergruppo voluto da Beh Shepherd dei Soundgarden, non ci troviamo dalle parti di Seattle ma esattamente a Malmö, in Svezia ma a meno di trenta miglia da Copenhagen. I singoli ‘Bad Luck’ e ‘Something’, promosso col sensazionale videoclip girato da Adèle Tornberg, avevano lasciato intravedere un’evoluzione sonora importante, attorno alla voce strepitosa di Caroline Landahl, ma nessuno si sarebbe immaginato un full lenght del genere. Prima di tutti se n’è accorta Fire Records (Urge Overkill, Pulp, Teenage Fanclub..), etichetta fondata negli anni ‘80 da Clive Solomon e Johnny Waller, che ha messo sotto contratto la band ai tempi di ‘Siesta’ e l’ha accompagnata durante il suo percorso di crescita. Le atmosfere sono quasi sempre dark, tanto che non è difficile immaginare i poster dei Cocteau Twins e My Bloody Valentine in sala prove, ma il sound degli Hater è fresco e dinamico, più originale e vincente di quello di buona parte delle formazioni vintage che circolano nella scena musicale di oggi. A sorprendere è soprattutto la capacità di tenere altissima la tensione anche quando i ritmi improvvisamente si rilassano e le atmosfere si dilatano. Gli Hater non hanno soltanto una cantante da paura ma possiedono il tipico fascino nordico, quel tocco malinconico che nasce da lunghe passeggiate nelle foreste innevate scandinave, eppure i retaggi degli anni ‘90 sono palesi. A produrre l’album è stato il collaboratore di lunga data Joakim Lindberg (Hey Elbow, RA) mentre il mixaggio è stato curato da John Cornfield (The Stone Roses, Muse) ed è sufficiente ascoltare il mini di esordio o ‘You Tried’ per rendersi conto di quanto si siano evoluti i ragazzi in poco tempo. ‘I’m Yours Baby’ e ‘Proven Wrong’ spiccano nella prima parte e la chiusura di ‘Renew, Reject’ e ‘Hopes High’ lascia aperte nuove possibilità per il futuro. In realtà è talmente tanto il potenziale a disposizione del quartetto che dopo un album di questo spessore sarebbe lecito aspettarsi di tutto.

Songs
01 Something
02 I'm Yours Baby
03 Bad Luck
04 Proven Wrong
05 Brave Blood
06 Far From A Mind
07 Summer Turns To Heartburn
08 Renew, Reject
09 Hopes High
Hater
From Svezia

Discography
You Tried - 2016
Siesta - 2018
Sincere - 2022