-Core
Billy Howerdel
What Normal Was
Alchemy Recordings - BMG
Pubblicato il 11/06/2022 da Francesco Brunale
Songs
01. Selfish Heart
02. Free And Weightless
03. Ani
04. Beautiful Mistake
05. The Same Again
06. Poison Flowers
07. Follower
08. Bring Honor Back Home
09. EXP
10. Stars

Billy Howerdel è il classico musicista che si prende tanto tempo prima di pubblicare un album. Messi in naftalina i suoi A Perfect Circle e abbandonato da anni il progetto interessante a nome Ashes Divide, ecco che il chitarrista americano si mette a nudo decidendo di fare uscire il proprio esordio da solista. Un lavoro durato anni e che solo ora vede la luce e che principalmente paga dazio alla new wave anni ottanta e soprattutto ad una band in particolare, ovvero i Depeche Mode. Il fantasma di Andy Fletcher scomparso qualche settimana fa e il songwriting tipico della coppia Gore e Gahan trovano in questo platter il loro sbocco naturale. Probabilmente c’era da aspettarselo questo omaggio, a differenza di quello che capitò con i Paradise Lost con “Host”, disco che fu incompreso dai fans, ma che ebbe dei picchi creativi semplicemente fantastici. Anche nel caso di specie si può tranquillamente affermare che ci troviamo dinnanzi a un pugno di brani di valore e pregni di melodie raffinate. Ci sono, questo va detto, anche echi degli A Perfect Circle, ma è un qualcosa che si percepisce in estrema lontananza. Le chitarre sono molto rarefatte, mentre l’elettronica svolge un ruolo fondamentale. A volte sembra davvero di trovarsi dinnanzi a musica di quaranta anni fa, ma arrangiata in maniera elevata e moderna da un musicista che ha attributi da vendere. Da “Beautiful Mistake” a “Selfish Heart”, passando per “Poison Flowers” sino alla conclusiva “Stars” ci si imbatte in un viaggio tenebroso che va a ritroso nel tempo e che, allo stesso tempo, rende questo tipo di musica attuale e tremendamente efficace. Sarebbe bello vedere le facce dei Depeche Mode nell’ascoltare il disco in esame. Non possiamo parlare di plagio, perché sarebbe offensivo verso Howerdel. In realtà si tratta semplicemente di un vero e proprio omaggio che l’ex roadie dei Nine Inch Nails ha voluto regalare a una delle sue band preferite. Lo ha fatto, come al solito, con la classe che lo contraddistingue da anni e che probabilmente mai lo abbandonerà. “What Normal Was” è un disco viaggiante, nebuloso, invernale e sognante, consigliato a tutti gli amanti della buona musica. A chi si aspettava qualcosa di rumoroso o poco incline a melodie e tocchi di classe, diciamo in anteprima di rivolgersi altrove.

Songs
01. Selfish Heart
02. Free And Weightless
03. Ani
04. Beautiful Mistake
05. The Same Again
06. Poison Flowers
07. Follower
08. Bring Honor Back Home
09. EXP
10. Stars
Billy Howerdel
From USA

Discography
What Normal Was - 2022