-Core
Unwelcome
BeUnwelcomeOrDie
Ammonia Records
Pubblicato il 17/06/2022 da Lorenzo Becciani
Songs
1. Thisisus
2. Freejazzpunkblahblah
3. Sick&Destroy
4. Gap
5. The Dobermann
6. Plan-B
7. Pressing Walter
8. Btn
9. Drive
10. Beautiful
11. Judah Knows

Quando ho ricevuto il pacchetto di Ammonia Records col nuovo cd dei piemontesi non ho potuto che tradire una certa commozione. Questo perché non parliamo di una band qualunque o di un periodo storico qualunque. Chi ha vissuto gli anni ‘90, ha assorbito totalmente la lezione impartita dai musicisti dell’epoca e ha dato al demo ‘Unwelcome 1998’ ed al disco ‘Independent Worm Songs’ l’importanza che meritavano. Quello che è avvenuto dopo fa parte della storia personale di ognuno di noi e ritrovare adesso gli Unwelcome a questi livelli è magnifico. Prima il singolo ‘Colors Of War’, a supporto di Black Lives Matter, e poi l’uscita di ‘The Dobermann’ e ‘Drive’, originale cover dei R.E.M., hanno acceso l’attesa della release in questione, impreziosita dalla veste grafica di Valerio Berruti, che segue di circa due anni ‘The Swedish Files’. Andrea e Maxim sono da subito in grande spolvero e pezzi come ‘Thisisus’, ‘Sick&Destroy’ e ‘Judah Knows’ sono in linea con l’attitudine sperimentale e irriverente della band. L’apice in scaletta è forse ‘Freejazzpunkblahblah’, ibrido tra jazz, noise e alternative rock che si pianta in testa per non lasciarla più, ma tutto il disco, prodotto in maniera organica e live oriented, ha un’anima definita e conferma la bravura di questi “ragazzi” che hanno saputo battersi con valore in una scena underground precaria e limitante come la nostra. Perchè sapere contaminare è un’arte e non si acquista in rete.

Songs
1. Thisisus
2. Freejazzpunkblahblah
3. Sick&Destroy
4. Gap
5. The Dobermann
6. Plan-B
7. Pressing Walter
8. Btn
9. Drive
10. Beautiful
11. Judah Knows
Unwelcome
From Italia

Discography
Independent Worm Songs (2001)
The Swedish Files (2020)
BeUnwelcomeOrDie (2022)