-Core
Shining
One One One
Universal
Pubblicato il 01/05/2013 da Lorenzo Becciani
Songs
01. I Won?t Forget
02. The One Inside
03. My Dying Drive
04. Off the Hook
05. Blackjazz Rebels
06. How Your Story Ends
07. The Hurting Game
08. Walk Away
09. Paint the Sky Black
Songs
01. I Won?t Forget
02. The One Inside
03. My Dying Drive
04. Off the Hook
05. Blackjazz Rebels
06. How Your Story Ends
07. The Hurting Game
08. Walk Away
09. Paint the Sky Black
Semplicemente un'ira di dio. La salvezza da un mercato musicale asfittico e scevro da qualunque impulso creativo. Forse il successore dello strepitoso 'Blackjazz' non sarà sufficiente a cancellare la fastidiosa presenza di tutta la spazzatura che esce al giorno d'oggi ma l'attitudine sperimentale dei norvegesi è qualcosa di talmente prezioso da preservare assolutamente. Non solo la band guidata da Jørgen Munkeby ha saputo evolvere il proprio suono e mantenere lo spessore qualitativo del songwriting senza ripetersi ma quello che traspare dalla scaletta è un gruppo in grado di imporsi anche a livello commerciale. Sembrerà impossibile infatti ma la mistura di rock n' roll, jazz, avantarde, prog e metal ha già dimostrato di possedere una notevole trasportabilità live e le canzoni in questione sono ancora più dinamiche e mutuabili in tale dimensione. 'I Won't Forget' introduce un album che discerne immediatezza con la parte di un sax o con frammenti elettronici che potrebbero appartenere tranquillamente ai Nine Inch Nails. Non a caso dietro al mixer troviamo Sean Beaven che negli anni ha lasciato un'impronta determinante su capolavori come 'Pretty Hate Machine', 'The Downward Spiral', 'Antichrist Superstar' e 'Mechanical Animals' giusto per fare qualche nome. Le influenze black metal sono invece sempre più legate all'evoluzione dei Solefald ed a tratti richiami alla discografia di Blood Brothers e Korn emergono evidenti. Premesso questo la personalità del songwriting è spaventosa e tracce quali 'Off The Hook' e 'The Hurting Game' riflettono la totalità di tale spettro. L'apice viene raggiunto in coincidenza di 'How Your Story Ends' e 'Paint The Sky Black' mentre 'Blackjazz Rebels' rappresenta il filo conduttore con quanto pubblicato in passato. John Coltrane e Robert Fripp sono sempre lì dietro l'angolo ad approvare con la testa, Håkon Sagen risulta un complemento eccellente all'estro del leader e Torstein Lofthus è letteralmente mostruoso dietro le pelli. Quando avrete terminato di ascoltarlo sarete confusi ma non riuscirete a fare a meno di ripartire da capo. E ancora, e ancora fino al completo stravolgimento dei sensi. Quello che accadeva negli anni settanta con i masterpiece di musicisti arditi che sono entrati nella storia per il loro coraggio. La lungimiranza degli Shining è la medesima e non mi sorprenderei di una diffusione di massa della loro bizzarra proposta.
Shining
From Norvegia

Discography
Where The Ragged People Go (2001)
Sweet Shanghai Devil (2003)
In The Kingdom Of Kitsch You Will Be A Monster (2005)
Grindstone (2007)
Blackjazz (2010)
One One One (2013)
International Blackjazz Society (2015)
Animal (2018)