-Core
Moscow
Queen Of Sin
Self Released
Pubblicato il 06/06/2017 da Lorenzo Becciani
Songs
1. Queen Of Sin
2. Nowhere to Hide
3. Black Widow
4. Watch Me Burn
5. Heartbeat
Songs
1. Queen Of Sin
2. Nowhere to Hide
3. Black Widow
4. Watch Me Burn
5. Heartbeat

Fin dalla tenera età Elizaveta Tursunova ha voluto imporsi nell’ambiente rock/metal a dispetto della scena techno/pop dominante sul territorio russo. Ciò l’ha spinta a trasferirsi prima a Cambridge e poi viaggiare il mondo alla ricerca delle situazioni giuste per esprimere il suo talento. Dopo avere studiato recitazione e danza si è innamorata del Sunset Strip ed il desiderio di fare proprie le lezioni impartite da Guns n’ Roses e Mötley Crüe. Insieme a Shawn McGhee (Five Finger Death Punch) e Brian Steele Medina (Gemini Syndrome) ha cercato di avvicinare il materiale di cui era a disposizione alle produzioni di In This Moment, Falling In Reverse e Rob Zombie riuscendo a mettere in risalto la voce ma anche il tessuto strumentale. Il video della title track, realizzato al Whisky A Go-Go in collaborazione con Dale "Rage" Resteghini (Hatebreed, Trivium), sta facendo il resto perché è evidente a tutti che l’immagine della ragazza sia prorompente. Quando lei parla di Anton LaVey, Lao Tzu e Friedrich Nietzsche a qualcuno verrà da sorridere e pensare agli articoli pseudo-impegnati di riviste come Playboy o Hustler ma in tutta sincerità sarebbe un errore ridurre Moscow al solo fisico ed alla parvenza di coniglietta. ‘Nowhere To Hide’ e ‘Watch Me Burn’ gli altri momenti hot dell’EP in attesa di una prima fatica su lunga distanza che possa consacrarla definitivamente.

 

Moscow
From Russia

Discography
Queen Of Sin (2017)