-Core
(hed)pe
USA
Pubblicato il 28/07/2014 da Lorenzo Becciani

Come siete entrati in contatto con Pavement Entertainment? Quali sono i tuoi gruppi preferiti nel loro catalogo?
Eravamo in tour con i Soil due anni fa e cominciammo a discutere con Tim King, che lavora alla Pavement Entertainment, di collaborare insieme. Ne è venuto fuori un contratto importante e non abbiamo motivo per guardarci alle spalle. Sono una grande fan di Soil e Tantric.

Sono stati loro a scegliere 'One More Body' come primo singolo?
Eravamo tutti convinti che fosse la soluzione migliore. Al momento stiamo lavorando al video.

Nella loro carriera gli (hed)pe non hanno mai pubblicato due volte lo stesso album. In quale direzione sonora vi siete mossi questa volta?
Direi che abbiamo incluso un sound classic metal a tutto il resto. Le influenze maggiori sono state Black Sabbath e Led Zeppelin.

Il suono del basso è più alto nel mixaggio e la chitarra è fantastica. Quali obiettivi vi eravate posti in fase di produzione?
Volevo usare un'ottava minore per la mia chitarra in maniera che suonando emergesse fuori ogni singola nota. Per quanto riguarda la produzione ed il mixaggio abbiamo usato Ulrich Wild per le tracce metal e siamo enormemente felici del risultato.

Dove avete registrato?
L'album è stato registrato in diverse sessioni. Le chitarre in Michigan e la batteria nell'Ohio. La voce è stata registrata nell'Idaho mentre il basso in vari studi mentre eravamo in tour. Jared si è occupato della produzione generale.

Quanto tempo avete impiegato a comporre e registrare il materiale?
Qualcosa risale a quattro anni fa. Tra un tour e l'altro ho composto dei riff e registrato dei demo. Lo stesso ha fatto Jared. In questo modo possiamo ascoltarli e cambiare delle parti se necessario. Le registrazioni vere e proprie non sono cominciate prima della scorsa estate ma l'intero processo è stato spezzettato in più studi e sessioni di lavoro. Abbiamo completato l'album all'inizio di quest'anno e ci siamo presi tutto il tempo necessario per capire in quale direzione ci stavamo muovendo. In pratica non siamo mai stati tutti nello stesso studio insieme ma, a dispetto di questo processo non certo convenzionale, il risultato ci soddisfa in pieno.

Qualcuno ha parlato di ritorno alle origini. Sei d'accordo con questa conclusione? Non vi siete stancati anche voi di questa sorta di revival?
Sicuramente il nostro approccio è stato più influenzato dai classici. Tutti amiamo i classici e se questo significa essere tornati alle nostre radici allora penso che sia così. Premesso questo non sono troppo familiare con l'ondata di revival di cui parli e quindi preferirei non commentare a riguardo. Molti generi stano ritornando in voga questo è certo...

Potrebbe succedere anche al nu metal?
Sì potrebbe accadere ma non posso dirlo con certezza..

Qual è la tua definizione di crossover?
Può fare riferimento a tante cose. Se si parla della band è un modo di infondere diversi generi nel nostro stile musicale.

Cosa ti dà più fastidio della società moderna?
Il potere centralizzato.

Siete sempre localizzati a Huntington Beach? Quanto sono cambiate l'area e la comunità negli ultimi anni?
Personalmente vivevo nel Sud della California ma adesso mi sono trasferito in Michigan. Posso dirti che il mercato delle case è stato un fattore importante nella mia decisione di andarmene.

Ci sono delle band underground che secondo te meritano la nostra attenzione?
Ti consiglio December In Red, Righteous Vendetta e The Mud Suns.

Qual è la richiesta più assurda che vi è stata mai fatta da un fan?
Tanto assurda quanto comune. E' sempre curioso quando un fan ti richiede una canzone che hai appena suonato..

(parole di Jackson Benge)

(hed)pe
From USA

Discography
Hed PE (1997)
Broke (2000)
Blackout (2003)
Only in Amerika (2004)
Back 2 Base X (2006)
Insomnia (2007)
New World Orphans (2009)
Truth Rising (2010)
Evolution (2014)
Forever! (2016)
Stampede (2019)
Class Of 2020 (2020)
Califas Worldwide (2022)