-Core
Sirrush
Molon Labe
Pubblicato il 30/09/2022 da Lorenzo Becciani

Oggi i black death metaller italiani SIRRUSH svelano la title track del loro prossimo album “Molon Labe” che verrà pubblicato da Non Serviam Records il 25 novembre 2022.
 
GUARDA IL LYRIC VIDEO UFFICIALE QUI https://youtu.be/LHLmIEPaENo
ASCOLTA “MOLON LABE” QUI http://smarturl.it/molon-labe-single 
 
"Riff intensi e frenetici preparano il terreno per lo scontro tra i guerrieri spartani, spinti dal desiderio di preservare la loro libertà, e bloccare l'avanzata persiana. Caos e distruzione sono musicalmente bilanciati con la loro controparte, che simboleggia ciò che permetterà la vittoria dei pochi guerrieri sulla moltitudine ostile. Atmosfere melodiche servono a riecheggiare il successo spartano, inviando un messaggio salvifico a tutta la Grecia ma sottolineando allo stesso tempo la forza di coloro che si dedicano alla salvaguardia di ciò che è minacciato. Melodia, violenza, riff moderni ed evocativi, ritmi frenetici ed estremi descrivono le varie fasi di questa battaglia e ci immergono in questo scenario. Volete le nostre armi? Molon Labe!", commenta la band.
 
“Molon Labe” verrà pubblicato in CD digipak e digitale. I preordini sono disponibili qui:
CD: https://www.non-serviam-records.com/products/sirrush-molon-labe-digipak
Bandcamp: https://non-serviam-records.bandcamp.com/album/molon-labe-2
 
“Molon Labe” (in greco antico: μολὼν λαβέ, Molòn labé, tradotto come "venite a prenderle") descrive l'epico viaggio affrontato dalla Grecia contro la minaccia persiana nel 480 a.C.. Il nuovo album parla di un mondo epico in cui la musica è dettata sia da melodie arcane che ricordano la furia dei soldati greci, sia da melodie più atmosferiche ed evocative per ricordare la loro tenacia e devozione alla terra natia.  
 
Il disco è stato mixato e masterizzato al Kick Recording Studio di Rome da Marco Mastrobuono, conosciuto per i suoi lavori con gruppi come Fleshgod Apocalypse. La batteria è stata registrata da Davide Billia (Hours Of Penance, Beheaded, Antropofagus) nel suo MK recording studio.
 
La copertina è un dipinto acrilico su tela realizzato dall’artista siciliano Lorenzo Di Vincenzo, conosciuto anche come Otagron, il cantante della band