-Core
Pistoia Blues
Si riparte con Dee Dee Bridgewater
Pubblicato il 10/07/2024 da Lorenzo Becciani

Riprenderà domani 11 luglio il Pistoia Blues con un doppio show unico:  sul palco di Piazza Duomo saliranno Mario Biondi e Dee Dee Bridgewater con i loro rispettivi spettacoli ("Crooning – the italian tour" e "We Exsist!") , tra il miglior soul, blues e jazz.  Due grandissimi della musica che si conoscono da tempo (avevo scritto insieme il brano "All I Want is You" incluso nel disco "Beyond" di Mario Biondi) pronti a regalare e condividere emozioni.

Per Mario Biondi si tratta di un gradito ritorno sul palco del Blues dopo lo spettacolo del 2010: in questa occasione porterà il suo "Crooning – the italian tour", uno show unico  in cui 18 musicisti d'orchestra si esibiranno sul palco senza amplificazione, per regalare al pubblico un'esperienza senza tempo, dall'esaltazione dell'acustica alla purezza del suono che arriverà direttamente dagli strumenti, archi, fiati e sezione ritmica per un mix di suoni e atmosfere per la prima volta in questa dimensione in un live. Il repertorio spazierà dai brani del nuovo album "Crooning Undercover" ai più grandi successi della sua carriera, arrangiati ad hoc per questo progetto live dalle caratteristiche di unicità ed eccezionalità dal crooner siciliano al suo amato pubblico che non manca mai di contraccambiare l'affetto.  Non mancheranno alcuni brani in italiano estratto dal suo ultimo EP “L'oro”

Prima volta sul palco del Blues per l'icona della musica jazz Dee Dee Bridgewater: l'incomparabile voce e il suo carisma tengono saldo il timone di questo progetto, insieme al talento della direttrice musicale e pianista Carmen Staaf (Thelonious Monk Institute Fellow e DownBeat Critics Poll Rising Star). Elevare le giovani artiste è un imperativo per Bridgewater: 

«Con WE EXIST! - Carmen Staaf (la mia direttrice musicale/pianista/tastierista), Rosa Brunello (contrabbasso/basso elettrico) ed Evita Polidoro (batteria) - il repertorio assume un approccio più militante, di commento sociale, con l'intento di stimolare il pubblico a pensare, reagire, difendere la giustizia e parlare contro tutte le ingiustizie umane. È il mio modo di provocare il pubblico politicamente senza un commento politico diretto» racconta la Bridgewater. - «È ora di mettere in evidenza l'importanza delle musiciste/strumentiste nel mondo del jazz». La cantante statunitense originaria di Memphis, è considerata una delle grandi voci femminili del jazz. Vincitrice di tre Grammy® e numerosi altri riconoscimenti, ha collaborato con tutti i più grandi al mondo (ha duettato con Ray Charles), è manager e produttrice discografica. Nell'ultimo mezzo secolo, Dee Dee Bridgewater si è distinta come un'icona del jazz, una star del teatro, un'ambasciatrice culturale devota e un'instancabile umanitaria, per citare solo alcuni dei suoi numerosi successi. Indipendentemente da ciò, non mostra segni di rallentamento. 

In apertura della serata una selezioni di giovani artisti della provincia di Pistoia denominato “Nuove Voci”.

www.pistoiablues.com