-Core
Dexcore
18
Jelly Records
Pubblicato il 28/12/2021 da Lorenzo Becciani
Songs

Dalla terra di Dir En Grey e the Gazette, ma anche di Nocturnal Bloodlust, Jiluka e DIMLIM, arriva uno dei lavori metalcore-deathcore più intriganti degli ultimi tempi. Si tratta del secondo lavoro in studio dei Dexcore, folli musi gialli che amano il visual kei almeno quanto gli Slipknot ed i Bring Me The Horizon. Rispetto a tanti colleghi però, gli autori di ‘[Metempsychosis.]’ hanno saputo evolvere a tal punto la loro proposta da permettersi di non dovere necessariamente scimmiottare le formazioni di spicco del genere, vuoi che provengano dagli Stati Uniti o vuoi che siano di accento inglese o australiano, e di conseguenze di potere dimostrare la propria forza con un suono unico ed originale. Tra le nove tracce che costituiscono ‘18’, più la versione strumentale di ‘Self-Hatred’, caratterizzata da un riff djent spaziale e da un chorus esplosivo, spiccano senza dubbio ‘Red Eye’ e ‘Who’s Fault?’ - “Hey do we need to change? Isn’t it painful? Let’s hold hands It’s better when we get lost..” - ma anche ‘EARTHWORM’, che vede la partecipazione di Makito dei Victim Of Deception, e ‘Living Hell’ danno la misura delle qualità di Kagami e compagni. In attesa di capire quale potrà essere la promozione di quest’album al di fuori dei propri confini, correte a vedere i loro video e diventate parte di un culto destinato a crescere in maniera esponenziale nei prossimi mesi. Poi non dite che non ve l’avevamo detto.

 

Dexcore
From Giappone

Discography
[Metempsychosis.] - 2020
18 - 2021