-Core
Autopsy
USA
Pubblicato il 16/04/2014 da Lorenzo Becciani

'Macabre Eternal' e 'The Headless Ritual' hanno segnato il vostro ritorno dopo molti anni di silenzio. Com'è stata la reazione del pubblico nei vostri primi show? Vi aspettavate una risposta del genere?
Assolutamente incredibile! Da una parte le vecchie carogne che si mettevano in mostra e dall'altra questi giovani maniaci che sembravano impazzire. L'entusiasmo generale ha superato le aspettative.

Quali sono i ricordi più belli del tape trading?
Non ero un grande tape trader ma ero pieno di cassette, demo e bootleg. L'aspetto migliore era quando ascoltavi del materiale sconosciuto che ti spazzava letteralmente via!

Possiedi ancora qualche musicassetta di quel periodo?
Ne ho a centinaia ed alcune sono grandiose! Ce ne sono troppe da ricordare ma quando sono dell'umore adatto riscoprire qualche vecchio demo è sempre una grande esperienza. Ho ascoltato di nuovo i demo di Slaughter Lord recentemente e suonano dannatamente bene!

Qual era la scena migliore a parte quella della Florida?
Anche nell'area di San Francisco c'erano concerti fantastici ed un sacco di movimento. Bastava sapere dove guardare.

Come hai trovato l'industria musicale dopo una pausa tanto lunga?
In realtà tra Abscess e Autospy non sono mai stato lontano dall'ambiente. In ogni caso credo non sia cambiata molto. Molta gente usufruisce della musica tramite internet e questo ha avuto effetti importanti sulle vendite degli album. Inoltre ci sono tantissime band e, per citare i Venom, questo significa lavorare ancora più duro per farsi notare e contare qualcosa.

Cosa pensi del death metal revival? Parecchie band sembrano copiare un pò troppo dalle band storiche degli anni novanta. E' positivo o negativo per l'intero movimento?
Non lo chiamerei così. Per me non è mai svanito. Magari per un certo lasso di tempo dovevi scavare più nel profondo per trovare qualcosa di buono. Le influenze contano il giusto. Conta quello che riesci a fare con esse.

Ti è piaciuto il nuovo album dei Carcass?
Non l'ho ancora ascoltato ma rimedierò presto.

Cosa hai ascoltato di valore di recente?
Mi è piaciuto molto 'Torturer' dei Sordid Flesh ma ci sono un sacco di dischi fantastici in circolazione.

Personalmente adoro la nuova versione di 'Mauled To Death' su 'All Tomorrow's Funerals'. Quali sono gli altri classici che vi chiedono di più dal vivo?
Ci arrivano richieste di ogni tipo ma possiamo provare solo il materiale che abbiamo studiato prima dello show. Altrimenti il risultato sarebbe terribile. Parecchi vogliono ascoltare canzoni oscure come 'Meat'.

La Peaceville pubblicherà il nuovo album anche in vinile. Sei un collezionista?
Mi piacciono i vinili esattamente come i cd e le musicassette. L'importante è avere un supporto fisico tramite cui ascoltare musica. Non ci sono sostituti a mio avviso. Aprirli, annusarli, guardare la copertina ed alzare il volume a mille sono operazioni che rendono la musica speciale. In questa maniera il mondo reale che è attorno a noi svanisce.

Cosa ti ricordi delle registrazioni con Chuck Schuldiner?
E' passato molto tempo ma fortunatamente ricordo quasi tutto. E' stato un anno particolare e siamo riusciti a fare tantissimo in così poco tempo.

Quanto tempo hai impiegato a comporre e registrare il nuovo materiale?
E' stato tutto veloce probabilmente perchè eravamo davvero ispirati. Lavorare troppo sulle canzoni e starci sopra per mesi significa rendere il processo poco naturale. Quando l'umore è giusto non ci ferma nessuno.

Dove avete registrato?
Ai Fantasy Studios di Berkeley, California. Volevamo il classico sound degli Autopsy ma ancora più heavy. Non ci interessa stare dietro alle tendenze o essere popolri. Le nostre personalità malate hanno solo bisogno di sanguinare.

Puoi svelarci qualche dettaglio tecnico su 'Tourniquets, Hacksaws and Graves'?
Credo di essere la persona sbagliata per parlare di strumentazione. Ho suonato un Premier kit con diversi piatti molti dei quali erano rotti.

Analogico o digitale?
L'analogico è fantastico ma è difficile trovare un buon studio con strumentazione vecchio tipo. Per un ingegnere del suono il digitale può essere utile ma preferisco sempre chi riesce ad ottenere un suono naturale.

Di cosa parlano 'King Of Flesh' e 'Parasitic Eye'?
La prima è stata scritta da Eric ispirandosi al film 'Ichi The Killer'. La seconda invece è opera di Danny e io mi sono occupato del testo. Parla di un individuo che si sveglia con un occhio extra. Impazzisce e se lo stacca e da lì ne nascono degli altri e la situazione peggiora. Le liriche sono spesso un riflesso di esperienze individuali. L'importante è che si adattino bene alla musica.

La vostra musica sarebbe perfetta per dei film o delle serie televisive horror. Avete mai ricevuto richieste di questo genere? A quale tipologia di scenario horror vi ispirate?
Abbiamo avuto un paio di idee in questo senso ma ci sono sempre stati problemi e quindi non se n'e' fatto nulla. Sarebbe fantastico comunque. Per quanto concerne l'ispirazione trovo che nasca in maniera naturale. I nostri figli guardano film di mostri e leggono fumetti horror. Certe storie sono ancora così affascinanti che non è certo un problema avere delle idee a riguardo.

Qual è il tuo background religioso?
Personalmente non ho alcun bisogno della religione nella mia vita e sto bene senza di essa. Non mi importa di quello che fanno le altre persone basta che non mi infastidiscano.

Credi nella reincarnazione?
A questo punto della mia giornata l'unica cosa in cui credo al cento per cento è avere una birra. Mi basta questo davvero.

(parole di Chris Reifert)

Autopsy
From USA

Discography
1989 Severed Survival
1991 Mental Funeral
1992 Acts Of The Unspeakable
1995 Shitfun
2011 Macabre Eternal
2013 The Headless Ritual
2014 Tourinquets, Hacksaws And Graves
2022 Morbidity Triumphant